Al Ghisallo un’assemblea dei Soci NUVI da ricordare 23-24 ottobre 2021

Sabato 23 ottobre 2021 appuntamento riservato ai Soci 2021-2022 per l’Assemblea annuale della Nova Unione Velocipedistica Italiana, ore 18:00 presso il Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo a Magreglio, che ringraziamo per la preziosissima collaborazione. Domenica 24 lungo le strade del lago di Como per la “Ghisallo”!


Saturday 23 October 2021 appointment reserved for 2021-2022 Members for the Annual Assembly of the Nova Unione Velocipedistica Italiana, 6:00 pm at the Madonna del Ghisallo Cycling Museum in Magreglio, which we thank for the invaluable collaboration.

Sabato 23 ottobre 2021 alle ore 18,00 presso i locali del Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo in Magreglio (Co), si è riunita l’Assemblea annuale dei Soci, preceduta dal gradito saluto di benvenuto da parte del Presidente del Museo Antonio Molteni.

Saluto e relazione da parte del Presidente sulle attivitĂ  svolte nel 2021

  • 1-2 Giugno Rievocazione Centenario della Tappa Chieti-Altopiano delle Cinquemiglia del Giro d’Italia 1921 per l’inaugurazione del monumento a Costante Girardengo a Rocca Pia (Abruzzo)
  • 26-27 Giugno Valcamonica, raduno annuale dei Soci NUVI
  • 13 Agosto Pedalata per Luciano Berruti a Cosseria (SV)
  • 11 Settembre Partecipazione alla Rievocazione della gara automobilistica Arona-Stresa
  • 23\26 Settembre Rievocazione della Corsa XX Settembre Roma-Napoli-Roma
  • 9 Ottobre Pedalata annuale da Tortona a Genova alla Commenda di San Giovanni di Prè, per celebrare la Fondazione della NUVI

Presentazione, discussione e approvazione del Bilancio 2021. Proposta, discussione e approvazione della nomina nel Direttivo dei nuovi Consiglieri Tazio Airaghi e Fausto Baratella. Modalità rinnovo delle quote associative per l’Anno 2022 e nuove adesioni.

Presentazione ai Soci delle attività in programma per i mesi di Novembre, Dicembre 2021 e quelle dell’Anno 2022

  • 14 Novembre 2021 Ciclopedestre Boschi di Carega Sala Baganza (Parma)
  • 5 Dicembre2021 Memorial Paolo Borelli (Parma)
  • 6 Febbraio 2022 Memorial Airaghi (Brianza)
  • 31 Marzo – 4 Aprile Rievocazione con biciclette 1949-1951 del Giro delle Fiandre, Gand per la celebrazione delle imprese di Fiorenzo Magni
  • Maggio-Giugno 2022 Memorial Belloni-Brunero pedalata da Pizzighettone (CR) al Canavese (TO)
  • 13 Agosto Pedalata per Luciano Berruti, Cosseria (SV)
  • 11 Settembre Rievocazione Arona-Stresa
  • 8-9 Ottobre Pedalata annuale verso Genova Commenda di San Giovanni di Prè

Premiazione del Nuvino dell’Anno 2021: Francesca Monica

Menzione Speciale: Antonio Terragni

Relazione morale del Presidente Onorario Dott. Carlo Delfino:

Nella mia vita ho sbagliato rapporto più di cinquemila volte, ho perso quasi trecento gare; i miei compagni mi avranno chiesto un centinaio di volte di dare una mano e non ce l’ho fatta. Ho anche fallito molte borracce. E spesso sono stato sconfitto. Qualcuno dice che la sconfitta non è importante.

Non è importante? Certo che lo è; però non è il peggiore dei mali perché quando ti approcci a una sconfitta hai una visione più precisa e completa di te stesso in un mondo in cui ognuno dispone di un fantastico podio personale su cui installarsi e da cui prima o poi rovinerà senza nessuna epica. Arrivo a dire che la sconfitta bisognerebbe addirittura invocarla.

Come sostiene il comune bla bla bla, non conta la sconfitta ma la capacità di rialzarsi. La cosa in cui credo maggiormente è provare a non sprecare il proprio talento dando il massimo e non lasciando nessun rimpianto sulla strada, orgoglioso di ciò che hai ottenuto. Non dobbiamo mai temere i momenti difficili. Il meglio viene da lì. Nessuno può colpire duro come fa la vita, l’importante è come sai resistere ai colpi, come incassi. Così sei un vincente. Rialzati sempre.

Ci sono momenti della nostra esistenza in cui sembra più facile arrendersi ma la imprese vere sono state compiute da chi ha continuato a insistere quando sembrava che non ci fosse alcuna speranza; e se stai attraversando l’inferno, almeno fallo a testa alta.

Sembrano aforismi tratti dai baci perugina…e invece questo è il DNA della nostra NUVI. Questo è quanto approvato nel nostro Manifesto.

Però non siamo soli in questa lotta contro le avversità perché nostra stella polare è la solidarietà. La solidarietà è mettersi nei panni altrui, è dare prima che ti venga chiesto. Ma nella nostra Missione ci sono anche lo spirito di adattamento, la fratellanza e l’appartenenza. Abbiamo perso in questi ultimi mesi parecchie occasioni di vivere insieme le avventure a pedali, e lo sappiamo tutti: il Giro delle Fiandre, il Vigna Day al Vigorelli solo per citare quelle che mi hanno spezzato il cuore. Tuttavia qualche altra iniziativa è stata portata a termine con divertimento dei partecipanti. Per quelle andate a monte…. Ci rifaremo. Non molliamo certo….

Però mi corre il dovere di fare un appunto ai confratelli associati, presenti e non presenti…e non c’è migliore occasione di questo momento Relazione Morale. L’appunto è che molti di voi, magari attivi sul gruppo di tastiera che è interessantissimo, si isolano e non partecipano mai alle iniziative sociali. Perché? A volte forse è colpa nostra che siamo troppo selettivi? A volte è l’associato che nicchia pensando di non essere all’altezza sia atleticamente che tecnicamente?

Non serve essere tutti dei William Salvioli, dei Cascioli o dei Delmonte o dei Perozzi. Tra di noi in effetti alberga una varietà policromatica. Abbiamo l’agonista ad oltranza, c’è il granfondista smaliziato, il neofita. C’è il purista “comeinista”, c’è il “goliardico”, il supermeccanico; c’è lo storico, il capopopolo, l’approfittatore, lo scrittore, il personaggio, il provvisorio, il barbuto, lo sportmen e la “bellezza in bicicletta”. Chiunque può essere in grado di portare un contributo di novità, di simpatia, di musica e, perché no, di gastronomia. Però diciamo decisamente no alla moda, sì alla passione…. E diciamo sì, soprattutto, alla cultura ciclistica.

Qual’è dunque il messaggio che vi lascio oggi: prenderete per l’anno prossimo pillola verde o pillola rossa? Ovvero, scommettete fin da subito sul vostro miglioramento o vi abbandonerete anche per il prossimo anno al solito disinteresse partecipativo? Non chiedetevi cosa può fare la NUVI per voi ma chiedetevi cosa potete fare voi per la NUVI… Vi abbraccio tutti.

Foto di W. Salvioli

Lascia un commento